Bouquet autunno inverno 2018

L’acconciatura, il vestito, il make up sono aspetti importantissimi in una sposa che si appresta a vivere il giorno più bello della sua vita.
Anche il bouquet gioca un ruolo fondamentale da non sottovalutare nemmeno quando il tempo per l’organizzazione del matrimonio è scarso!

Le origini del bouquet da sposa

In molti si chiedono quale sia l’origine di questa tradizione che affonda le sue radici in tempi antichi.
All’inizio il bouquet era pensato per tenere lontani gli spiriti maligni; per questo era composto da erbe aromatiche come aglio e timo. In più si credeva nel potere afrodisiaco delle piante che lo componevano. Ecco perché era consuetudine che i novelli sposi ne assaggiassero il sapore!
Solo dopo la cerimonia la sposa lo offriva in dono agli dei, come segno di gratitudine. Durante il Medioevo il bouquet era fatto di gigli (simbolo di purezza) e per tutto il periodo del ‘400 ha portato il profumo dei fiori d’arancio, simbolo di amore vero e sincero secondo la tradizione portata in Europa dagli arabi.
Nei secoli successivi il bouquet doveva essere di una sola tinta, il bianco (non importa con quali fiori fosse realizzato) e obbligatoriamente raccolto in un nastro legato a doppio nodo per scongiurare l’infedeltà del futuro marito.
Oggi il meraviglioso e delicato mazzo di fiori è scelto soprattutto in base ai gusti della sposa, tenendo ben presente lo stile di abito che ha scelto. Quel che di certo sappiamo bene è che la consorte se ne separerà solo al momento del fatidico lancio in cui andrà nelle mani di una futura sposa.

Sposarsi nelle stagioni fredde? Assolutamente sì! Ma con un bouquet inedito!

L’autunno e l’inverno sono ormai alle porte e a dispetto di quanto si possa pensare sono stagioni speciali in cui dire il tanto agognato Sì!
Torniamo al nostro bouquet, quello dei nostri giorni. Ecco proprio lui può diventare il protagonista dell’abito da sposa. Pensato e concepito come un accessorio indispensabile da lanciare a fine banchetto nuziale, il bouquet autunnale così come quello invernale è ricco e colorato tanto quanto quello estivo.

Bouquet di fiori, stile e personalità

Tutto dipende da qual è lo stile del fatidico wedding day.
Anche nei mesi più freddi ci sono dei fiori che non si lasciano intimorire dal freddo! Se invece si vuole osare, ci sono soluzioni davvero alternative.
Vediamo come i diversi tipi di bouquet riflettono la personalità della sposa.

Sposa elegante

Qui le scelte sono diverse. Per le più raffinate il bouquet è composto da boccioli di rose da alternare a foglie di eucalipto. Capitolo a parte quello delle rose di Natale, bellissimi fiori dalle svariate nuance bianche, rosse, rosa e per le più impavide, nere (queste ultime da usare senza eccessi)
Alle più romantiche sono destinate le peonie e le orchidee, composte in modo che coprano l’incrocio delle mani sul bouquet.

Credits:pinterest.it/vintagebride

Sposa eccentrica

Questa è senza dubbio la sposa che sceglie un bouquet di piante grasse alternate, perché no, a fiori freschi colorati o bianchi. Il risultato è davvero sorprendente!


Credits: erricomaria.it

Sposa green

Siamo in autunno ormai e non possiamo non parlare delle spose che amano farsi ispirare dai colori caldi del paesaggio in questa stagione. Tinte marroni, arancio, ma anche color melanzana si sposano perfettamente se accostate al verde delle foglie di ulivo ed eucalipto, senza dimenticare l’interessante alternativa delle bacche e dei frutti di stagione.
È questa la soluzione della sposa che vuole essere originale e coraggiosa e che sceglie un bouquet diverso, lontano dalle tradizioni e vicino più che mai quel che ci riserva la natura in questo periodo dell’anno: mele, ribes o deliziose nocciole.


Credits: amando.it

E tu che sposa sei?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui