Tono non è sottotono! E tu sei di tipo caldo o freddo? Scoprirlo nell’articolo e impara a riconoscere il fondotinta giusto per te.

 

Che cos’è il sottotono?

Se c’è un argomento spesso non chiaro nel mondo del make up è proprio quello del famoso sottotono!

La prima domanda, che sorge spontanea è “Che cos’è il sottotono”? Di certo sappiamo che si tratta di qualcosa di molto utile nella scelta del colore dei capelli dei vestiti e perfino degli accessori.

Ma partiamo dal principio e cioè facendo un accenno breve, ma doveroso, al tono della pelle. Quando parliamo di tono ci stiamo riferendo al colore chiaro, scuro o intermedio con cui possiamo facilmente classificare il nostro incarnato e quello di tutte le persone.

Quando invece nominiamo il famigerato sottotono facciamo riferimento alla temperatura della pelle: esistono persone dai sottotoni caldi e altre dai colori freddi. I colori che indossiamo e il nostro sottotono comunicano tra di loro ed è lì che si gioca tutto! Il risultato sarà un’armonia capace di valorizzarci o una “scordatura” che ci penalizzerà.

Come scoprire il sottotono della propria pelle

Entriamo nel vivo. Ci sono diversi modi per capire meglio il proprio sottotono. Iniziamo dal classico e cioè quello del controllo delle vene a confronto con l’oro e l’argento. Se indossato quest’ultimo, la nostra pelle spicca, allora la nostra carnagione è rosata e il nostro sottotono sarà freddo, se invece è l’oro a metterla in risalto, la nostra pelle risulta giallastra e il nostro sottotono sarà quindi caldo.

Ma ci sono altri indizi che possono aiutarci a decifrare questa particolare “ombra” che caratterizza il nostro incarnato.

Tra questi l’analisi del colore delle labbra e delle orecchie: le labbra dei colori freddi sono violacee e le orecchie rosate, mentre quelle color pesca e orecchie giallastre sono tipiche dei colori caldi.

Di strade da percorrere ce ne sono altre. Come quella dell’osservazione della parte bianca dell’occhio, che nelle persone dai colori freddi è molto chiara, tanto da creare un affascinante contrasto con l’iride dell’occhio. Opposto il discorso di chi ha quella stessa parte meno bianca, quasi avorio. In quel caso ci troviamo davanti a persone con sottotono caldo.

E poi ancora, c’è la cartina tornasole dell’abbronzatura. Se, infatti, sotto il solleone estivo ti scotti facilmente oppure diventi vagamente rossastra, allora sei decisamente nella categoria dei colori freddi, se invece d’estate ti dori come il grano in pieno luglio, allora sei in quella dei colori caldi.

Ad ogni sottotono il suo fondotinta

Il fondotinta, insieme al correttore, è uno dei prodotti makeup per i quali è obbligatorio prendere in considerazione il sottotono. Per arrivare a raggiungere l’armonia, canone di bellezza imprescindibile oggi come allora, esiste una sola parola d’ordine e cioè non scegliere mai un colore  che si distacchi troppo dalla propria carnagione! Per capirlo, prova le diverse tonalità di fondotinta sul lato della mascella e vedi quale tra queste si fonde con il tuo sottotono.
Se il sottotono è freddo, il fondotinta deve essere a base rosata. Attenzione però, un occhio di riguardo va alla scelta della giusta sfumatura… il rischio di cadere nell’effetto grigio “malaticcio” è altissimo!

Sottotono giallastro? Le varietà sono tante e vanno dal dorato medio scuro a quello chiarissimo. Un esempio fra tutte, le pelli asiatiche.  Testare: anche in questo caso è questa la soluzione pratica per capire la nuance giusta di fondotinta.

Il sottotono olive, invece, è piuttosto comune. In questo caso è importante fare attenzione alla scelta di un fondotinta con una forte componente non giallastra, ma verde. Categoricamente vietato il rosa! E poi le pelli veramente scure: lo sapevi che anche loro possono essere calde o fredde?

In conclusione, non esiste un sottotono migliore e uno peggiore, l’importante è sapere valorizzare quello che si ha.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui