È possibile velocizzare la crescita dei capelli? Questa domanda è molto frequente tra le mie clienti e spesso rappresenta un vero e proprio desiderio.

Esistono diverse scuole di pensiero in merito a questa domanda: alcuni sostengono che la crescita dei capelli sia legata al caso, alla natura, e pertanto non modificabile. In questo caso, però, la risposta mi sembra fin troppo superficiale. Nulla può essere casuale.

Una teoria che suscita la mia curiosità, invece, è quella relativa al calendario lunare.

MA COS’È IL CALENDARIO LUNARE?

Il calendario lunare è un modo di conteggiare il tempo basato, appunto, sul ciclo della luna. Il nostro satellite impiega circa 28 giorni per compiere una rotazione su sé stesso e, durante tale periodo, ci appare in forme diverse. Possiamo distinguerle tra plenilunio, luna crescente, primo quarto,ultimo quarto e novilunio, a seconda del grado di completezza con il quale riusciamo a scorgere la luna nel cielo.

fasi lunari

Gli agricoltori ed i contadini, infatti, seguono rigorosamente questa tecnica da sempre, seminando le piante durante la fase di luna crescente per favorirne e velocizzarne la crescita.

Associando questa teoria al taglio dei capelli, infatti, questi dovrebbero crescere più rapidamente.

Non esistono, però, prove scientifiche di questa pratica riguardo i capelli. D’altronde provarla non costerebbe nulla; bisognerebbe solamente provare a tagliare i capelli durante la fase di luna crescente e verificare se effettivamente si percepisce una crescita più rapida.

Facendo riferimento ai miei studi e alla mia esperienza riguardo questa domanda, è possibile favorire e agevolare la crescita dei capelli, non tanto in termini di velocità, ma sicuramente di qualità e forza.

I capelli, infatti, vengono alimentati dai vasi sanguigni, come del resto tutto il nostro il nostro organismo, quindi l’elemento imprescindibile e il primo da valutare, nel caso di un cuoio capelluto indebolito, è la nostra salute.

Il mio consiglio è quello di verificare, ad esempio, se abbiamo delle carenze vitaminiche o di altro genere (come ad esempio una carenza di ferro) poiché potrebbero essere la causa principale di un cuoio capelluto indebolito.

Per verificare ciò sarà necessario effettuare delle analisi del sangue, in modo da poter scartare appunto, qualche carenza vitaminica e verificare se possa essere la causa dell’indebolimento, oltre che a fare un check up della nostra salute.

CADONO I CAPELLI? COLPA DELLA DIETA!

Ho constatato che, alcune delle mie clienti che fanno diete molto rigide per perdere peso, hanno avuto problemi di indebolimento dei capelli e, molto spesso, anche di forte caduta di questi ultimi.

Trascurare la nostra salute, infatti, è un grave errore che prescinde dalla sola salute dei capelli!

Dopo aver verificato questo aspetto, entrando più nello specifico e quindi anche più molto più nelle mie competenze, dobbiamo preoccuparci della salute del nostro cuoio capelluto.

Le anomalie più comuni che possono presentarsi sul cuoio capelluto sono:

  • Disidratazione. Una scarsa idratazione del cuoio capelluto è un disturbo molto importante, poiché oltre all’eventuale formazione di forfora, crea, di conseguenza, scarsa elasticità del cuoio capelluto stesso;
  • Eccesso di sebo. Una produzione eccessiva di sebo da parte delle ghiandole sebacee ostacola e penalizza sicuramente la crescita dei capelli;
  • Ipersensibilità. Molto spesso, le persone che perdono capelli hanno anche un problema di ipersensibilità del cuoio capelluto. Questa, in particolare, è un’anomalia provocata, molto spesso, dall’ipertensione, la quale rende i bulbi distrofici (quindi i bulbi sotto il nostro cuoio capelluto non sono nella posizione ottimale, ma sono un po’ piegati).
  • Desquamazioni. Ne esistono di vario tipo ma, come per l’eccesso di sebo, sicuramente ostacolano la crescita dei capelli e non la favoriscono.

In sostanza possiamo facilmente dedurre che, se migliorassimo le condizioni della nostra cute, otterremo sicuramente ottimi risultati sia in termini di ricrescita, sia di forza ed elasticità del capello.

Il mio consiglio, quindi, è quello di riequilibrare il cuoio capelluto scegliendo il detergente più corretto in base alle nostre esigenze, ma soprattutto in base al periodo. Un detergente usato oggi, infatti, potrebbe non essere più adatto tra un mese o un anno. È molto importante, quindi, “ascoltare” il nostro corpo per comprenderne le esigenze specifiche del momento.

A volte può succedere che l’utilizzo del detergente corretto, può non risolvere una situazione che, nella peggiore delle ipotesi, va avanti da anni. In questi casi non bisogna disperare, poiché oggi è possibile acquistare dei trattamenti specifici che vanno a ristabilire il corretto equilibrio del nostro cuoio capelluto.

Trattamenti come quelli rinforzanti o anticaduta, infatti,sono degli ottimi trattamenti in grado di favorire la crescita dei capelli e, quindi, migliorarne la salute.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui